Chiarablue con Paula Morelenbaum e Ferruccio Spinetti, insieme per “Dinossauros”


Esce oggi, 6 luglio, “Dinossauros”, il brano di Chiarablue inciso insieme a Paula Morelenbaum, una delle cantanti brasiliane più affermate a livello internazionale, e prodotto da Ferruccio Spinetti.

 

Dinosaurus” è un progetto di condivisione, di unione artistica e di intenti. Nasce nel 2019 al Premio Bianca d’Aponte; Chiarablue era tra le finaliste e Dinosauri fu la canzone che, nelle serate del premio, attirò l’attenzione di Ferruccio Spinetti e Max de Tomassicon i quali – racconta Chiarablue – è nato da subito un bellissimo dialogo legato al comune amore profondo verso la musica brasiliana, la cultura e le sonorità latine del Sud America. Dinossauros segna la realizzazione di un grande sogno legato profondamente al Brasile, terra magica e misteriosa nella mia fantasia di bambina, incantata dai racconti di mio nonno emigrato lì nel 1955 e impiegato nella costruzione della capitale Brasilia”.

 

La sfida era quella di cercare una nuova versione di Dinosauri, canzone già pubblicata nell’album Indifesi che, nel 2021, era entrato tra i finalisti delle Targhe Tenco nella sezione opera prima. “Con Ferruccio Spinetti e Alessandro Guasconi del Virus Studio – spiega la cantautrice - avevamo il desiderio di esplorare un mondo in cui la dimensione acustica che caratterizzava la precedente versione riuscisse a mescolarsi con l’elettronica, per creare un nuovo equilibrio di forme e spazi, in cui le parole del testo potessero risuonare e cogliere sfumature inedite”.

 

C’è stato poi l’incontro con Paula Morelenbaum per il quale l’intervento di Max de Tomassi, infaticabile tessitore di rapporti musicali tra Italia e Brasile e autore d’incredibile sensibilità, è stato fondamentale. Il riadattamento in lingua portoghese è stato curato dagli stessi Max e Paula, che sono riusciti a cogliere il significato profondo del testo, aggiungendo suggestioni poetiche che hanno dato nuova linfa al racconto originale.

 

Il brano esce accompagnato da un docu-video firmato dal regista Paolo Boriani. Un viaggio fisico e metaforico nell'intimità dello studio di registrazione, dove tutto è ancora embrione, dove niente è stabile, dove tutto può mutare e al contempo dove ogni cosa è già materia, fatta di gesti, suoni e parole.

 

Il montaggio alterna riprese a colori e in 8mm, sfondi di paesaggi in movimento con inserti grafici e testuali, sequenze di foto e immagini di backstage, dando vita a un vero e proprio cortometraggio più che a un video musicale.

 

Un progetto così complesso e corale non poteva che essere arricchito da una parte grafica di grande interesse. La copertina del singolo, infatti, è un'opera originale creata appositamente dall'artista visuale Alessandra Guttagliere, già espositrice alla Triennale di Milano e al Maxxi: due donne sognanti, unite da un'idea condivisa, graficamente simboleggiata da un papavero rosso che risplende al centro della scena e unisce le loro teste. Sui loro volti si muovono ombre di un'estate calda e ventosa che danno tridimensionalità al dipinto.

 

Dinossauros”, quindi, non è semplicemente una nuova versione di un brano edito, ma è “un viaggio tra culture differenti, una sinergia di diverse ispirazioni che, partendo da un denominatore comune, hanno saputo dar vita a una creatura indipendente dalla prima; è un vaso dentro il quale nuotano leggeri linguaggi diversi e complementari: poetico, musicale, grafico e cinematografico”.

 

 

BIOGRAFIA

Chiarablue, nome d’arte di Chiara Mariantoni (Losanna, 9 maggio 1981) è una cantautrice italiana.

Dal 2003 studia canto presso l’Accademia Vocal Classes di Milano sotto la direzione di Luca Jurman. Successivamente approfondisce ulteriormente la tecnica vocale con Anne Peckham e Sharon Brown, docenti del Berklee College of Music di Boston.

Si diploma in Storytelling presso la Scuola Holden di Torino avendo come docente Antonella Lattanzi e lavorando specificatamente sullo scrivere di sé con Silvia Schiavo e sullo scrivere di sentimenti con Alessandra Minervini.

Nel 2014 è co-autrice con Sergio Vinci del brano “Fai male” cantato da Giorgia Urrico (in Amici di Maria de Filippi).

Nel 2015 inizia a lavorare al suo progetto artistico stringendo collaborazioni con importanti nomi della musica italiana e internazionale (Tollak Hollestad, Beppe Cantarelli, Livio Gianola).

Sempre nel 2015 debutta al Teatro Manzoni di Milano nel musical “Vorrei la Pelle nera” con la regia di Maurizio Colombi come co-protagonista femminile nel ruolo di Francy.

Nel 2016 collabora con due dei più importanti autori della musica italiana, Gatto Panceri e Niccolò Agliardi, e con loro perfeziona le tecniche di scrittura del testo musicale.

Nel 2019 è finalista del prestigioso premio per cantautrici “Bianca d’Aponte”, dove si aggiudica la produzione artistica di un brano curata da Ferruccio Spinetti e una collaborazione artistica con Mariella Nava e l’etichetta Suoni dall’Italia. Nel 2020 è invece finalista del Premio Bindi e ed l’artista scelta dall’etichetta Isola Tobia Label per l’edizione annuale dell’Agricooltour, tour di 15 date in tutta Italia, in ambienti agricoli e rurali.

Il suo primo album INDIFESI è entrato nella cinquina per le Targhe Tenco come "miglior album d'esordio".

 

CREDITI

Testo e musica: Chiarablue
Produzione artistica: Ferruccio Spinetti e Alessandro Guasconi
Adattamento del testo: Paula Morelenbaum e Max De Tomassi
Registrato e mixato al: Virus Studio - Alessandro Guasconi
Masterizzato al 96khz Studio da: Marco D'Agostino
Artwork: Alessandra Guttagliere
Regia video: Paolo Boriani
Voce: Chiarablue & Paula Morelenbaum
Contrabbasso: Ferruccio Spinetti
Tastiere e programmazione: Alessandro Guasconi
Pianoforte: Luca Jurman
Chitarra: Matteo Iarlori 





blog comments powered by Disqus