Il 22 Aprile arriva “RoccAgreste”, il nuovo album dei CAMURRIA


RoccAgreste, il nuovo concept-album della band siciliana, pubblicato dalla storica etichetta catanese Viceversa/Seltz Recordz e distribuito da Audioglobe, sarà disponibile in tutti i negozi di musica e digital store a partire da Venerdì 22 Aprile.    

Il disco, la cui produzione artistica è stata direttamente curata dal cantante e chitarrista Biagio Mendolia, insieme al nucleo storico e creativo della band, composto dal bassista Enrico Coppola e dal chitarrista Alberto Spina, contiene sedici nuove tracce, capaci di catturare alla perfezione il sound e l’attitudine compositiva dei CAMURRIA e vanta la partecipazione di diversi musicisti ed artisti siciliani che hanno contribuito ad arricchire l’ambizioso progetto. La band lo definisce “un inno alla vita, alla terra, all’amore e alla montagna. Un mondo immaginario, dove finzione teatrale e vissuto quotidiano s'incontrano e s'intrecciano fino a diventare indistinguibili. Un disco fuori moda, un progetto fuori dal tempo, prodotto in digitale, ma pensato in modo del tutto analogico”.  

I CAMURRIA, che hanno già pubblicato l’album Sedici Sudici Sadici (2004), gli Ep Camurria (2002) e Spaccamondo (2005) ed il DVD Camurria in Concerto (2009), nascono nei primi nebbiosi mesi del 1999 a Enna, l’unica provincia Siciliana senza sbocco a mare. La musica della band è un universo sonoro contaminato e senza limiti di genere, diviso tra il profondo amore per le proprie origini e un’inguaribile curiosità verso soluzioni creative sempre diverse ed imprevedibili. I testi, scritti in italiano, inglese e dialetto siciliano, spaziano con molta (auto) ironia e visionaria fantasia, dal puro non-sense all’impegno sociale, passando per la descrizione di fatti e luoghi tipici della propria terra e del proprio vissuto quotidiano. I CAMURRIA amano definire questa miscela di suoni ed emozioni, altrimenti impossibile da catalogare, semplicemente come ROCK AGRESTE, di cui sono pertanto, non solo gli inventori, ma anche gli unici e soli portavoce.

Non a caso il titolo dell'album gioca semioticamente con le parole "Rock" (agreste), il genere inventato dalla band e "Rocca", il luogo più estremo ed elevato della montagna ennese, un tempo sede del Tempio di Cerere ed oggi uno dei luoghi più celebri e simbolicamente rilevanti di tutta la città. Enna, celebrata in modo invisibile ed onnipresente, è in qualche modo la musa ispiratrice di ogni nota dell’album, metafora della vita semplice di una volta, di quello che ormai non c’è più, ma che ancora stenta a scomparire.

Il progetto grafico e visuale dell’album, ideato da Biagio Mendolia e curato dalla graphic designer Giuliana Lo Presti, vanta il contributo del fotografo ennese Samuele Santuzzo e la partecipazione - insieme ad altre comparse -  dell’attore ennese Gaetano Libertino, a tutti gli effetti volto “dormiente” del lavoro. L'immagine di copertina contiene molteplici riferimenti al "mondo agreste" e diversi oggetti che, disposti in modo apparentemente casuale, richiamano simbolicamente i contenuti di quasi tutte le canzoni presenti nell'album. L’aspetto letterario e concettuale del disco è arricchito inoltre da una serie di racconti, poesie citazioni e riferimenti letterari che insieme ai testi contribuiscono ad arricchire la poetica stessa del Rock Agreste.  

L’album, disponibile anche in molti punti vendita autorizzati, potrà anche essere richiesto scrivendo all’indirizzo mail [email protected] o tramite la pagina ufficiale www.facebook.com/camurriaband.






blog comments powered by Disqus
x
Iscriviti subito