"Il grande zoo", l’atteso secondo lavoro in studio dei padovani Capobranco


Dopo l’esordio del 2014 e oltre <b>40 concerti</b> che li hanno portati fino alle <b>Canarie</b>, esce adesso il 20 ottobre <i><b>Il grande zoo</b></i>, l’atteso secondo lavoro in studio dei padovani <b>Capobranco</b>. Il maxi EP di 6 tracce, pubblicato da <b>Jetglow Recordings</b>, è stato registrato allo <b>Studio2</b> di Padova e prodotto da <b>Cristopher Bacco</b>, già collaboratore in passato di artisti del calibro di <b>Afterhours</b>, <b>Lombroso</b> e <b>Alessandro Grazian</b>. <br><br>Paragonati ai <b>Tre Allegri Ragazzi Morti </b>poiché un trio che inizia i concerti mascherato, ai <b>Litfiba</b> per il timbro della voce del cantante <b>Alex Boscaro</b> e ai primi <b>Negrita</b> per le sonorità e per i testi piuttosto diretti, i Capobranco esprimono un <b>rock deciso e trascinante, evidentemente sporcato da inconfondibili ritmiche funk</b>. <i><b>Il grande zoo</b></i> è la coerente evoluzione dell’album d’esordio. <br><br>Se il filo conduttore del primo disco era infatti la sarcastica celebrazione dello spirito animale che, da dietro le quinte, contamina la personalità di ciascuno di noi, in questo lavoro il Capobranco alza la testa per osservare come i comportamenti umani, così come le relazioni e interazioni tra persone, non siano poi così diversi da quelli che si trovano nel resto del mondo animale. La civiltà in cui viviamo non è altro che un grande zoo. <br><br>I testi in italiano, generalmente ironici e sarcastici a tal punto da risultare quasi caustici, di tanto in tanto si addentrano in ambiti più intimistici oppure sardonicamente critici nei confronti di alcuni aspetti della nostra società. Il lavoro di produzione di Bacco si è concentrato sul rendere le canzoni quanto più dirette e immediate possibile, esaltando allo stesso tempo il groove ritmico e la naturale chimica tra tre musicisti che suonano insieme da oltre un decennio (con un quarto componente formavano i The Vintage, attivi fino al 2009) e che caratterizzano e rendono indimenticabili le appassionate performance dal vivo. <br><br>Il disco è stato anticipato il 26 settembre 2016 dal video del singolo di lancio <i><b>Il rock è fuori moda</b></i>. Prodotto e realizzato da <b>B-Movie Italia</b> con la regia di <b>Matteo Stefani</b>, la clip porta sotto i riflettori parte della variegata fauna che abita nel grande zoo. Le mode cambiano, anche quelle musicali, e in molti scelgono di seguire le tendenze del momento. Il Capobranco invece reclama il proprio posto al sole senza snaturare la propria indole. Con una convinzione: la moda è ciclica e tornerà di moda il rock.<br> <i><b><br>Il rock è fuori moda </b></i><b>-</b><b> </b><u><a href='https://youtu.be/gW1BADS-vS0' rel='nofollow' ><b>https://youtu.be/gW1BADS-vS0</b></a></u> <br><i><b><br>Il grande zoo</b></i> è disponibile in formato CD, streaming e download digitale dalle piattaforme del settore. <br><b><br>Line-up</b> <b>Alex Boscaro</b> (chitarra e voce – già Babyruth e Craven); <b>Valerio Nalini</b> (basso e voce – già The Vintage e Club11); <b>Enrico Carugno</b> (batteria – Crackhouse e Human Tanga) <br><b><br>Tracklist</b> Benvenuti nel grande zoo Miele di vespa Citazioni Il rock è fuori moda La solitudine del fonico Ad un tratto <br><b><br>Next Gigs</b> 22.10.16 @ Il Blocco Music Hall, S. Giovanni Lupatoto (VR) <br><br>




blog comments powered by Disqus
x
Iscriviti subito