Home > Artisti > Bruno Brown

Bruno Brown


Descrizione

Sin da bambino cresciuto a rock, con mio padre che mi calmava con gli Europe e i Led Zeppelin, ho guardato e studiato sia lui sia mia sorella suonare il pianoforte e la chitarra.

Quando poi nessuno mi vedeva mi sedevo e iniziavo a ricopiare quello che avevo sentito. Avevo 7 anni. Ma è 10 che prendo in mano per la prima volta una tromba. Da allora è scattato qualcosa dentro, più suonavo e più imparavo e più avevo voglia di gridare al mondo i miei suoni, visto che sono sempre stato una persona abbastanza timida e con le parole non ero granchè. Grazie alla sapienza e alla guida esperta del M.ro italo-venezuelano V. Serrentino, nel giro di quasi 3 anni mi esibivo già in manifestazioni antimafia, invitato da docenti di altre scuole a performare in ricordo delle vittime, in Sicilia come in Calabria, come a Firenze, come a Carrara, come a Napoli.
Mi appassiono al blues e ai grandi Coltrane e Armstrong, senza mai disdegnare nessun altro genere, specialmente il rock e le colonne sonore, categoria per la quale a 14 anni ho vinto un premio di un concorso che coinvolgeva diverse scuole e diversi istituti. Vinsi grazie alla colonna sonora di Jurassic Park, riadattata per 12 elementi orchestrali e suonata insieme ai compagni di classe.
A 16 anni la chitarra mi apre un mondo nuovo, grazie anche ai maestri con cui ho avuto l'onore di poter lavorare, fra tutti Giuseppe Cristaudo e Vincenzo Partexano, potendo esprimere al massimo la rabbia giovanile e fino ai 20 anni è uno studio dello strumento quasi senza sosta, alternato dalle estati che mi vedevano animatore/chitarrista nei villaggi turistici tra la Sicilia, la Calabria, il Friuli Venezia Giulia e il Lazio.
A 23 anni, decidendo di prendere lezioni di canto, scopro di avere un piccolo tumore benigno alle corde vocali.
A un mese dalla rimozione inizio finalmente il mio percorso didattico che mi porterà, tra gli altri, a prendere lezioni dalla bravissima Giovanna Collica, maestro lirico che mi ha non solo rieducato alla voce dopo l'intervento, ma permesso di costruire un mio stile.
Seguono serate di beneficienza per terremotati nel 2008, 3 singoli in lingua italiana, serate nei pub locali per promozioni, prima della partecipazione a Sanremo Giovani, in cui mi sono fermato alle semifinali. 
Nel frattempo l'esperienza in studio mi ha permesso di acquisire tecniche all'avanguardia nel campo delle registrazioni e degli editaggi.
Dai 25 ai 30 anni lascio la musica per lavoro, viste le inconsistenti entrate e mi trasferisco in Olanda, dove nei ritagli di tempo mi sono avvicinato alla cultura elettronica molto in voga da quelle parti, traendone sempre spunti interessanti.
Ricomincio a scrivere e comporre subito di ritorno in Italia, in un percorso che mi vedrà fermo per i successivi 3 anni, chiuso in sala a provare, riprovare e riprovare ancora. Nel frattempo mi sono ritrovato a parlare 3 lingue, il che mi agevola tantissimo nella composizione, avendo molto da cui prendere idee e spunti. 

Contatti

Francesco Accolla Siracusa (Siracusa)





x
Iscriviti subito