Oblio: il singolo di debutto di Corpoceleste


Disponibile su tutte le piattaforme digitali “Oblio”, il nuovo singolo che segna il debutto di Massimo Bartolucci con il nome d’arte di Corpoceleste.

L’atmosfera di “Oblio” è quella rarefatta di una riflessione interiore e di uno struggente senso di incapacità di lasciare andare i fantasmi del passato e stabilire relazioni sincere nel presente.

Oblio

Le sonorità elettroniche si fondono con la scrittura personale e introspettiva del cantautore, creando un soundscape al tempo stesso onirico e realistico nella narrazione di una storia che si consuma nella mancanza di onestà e si trascina, in modo rassegnato, nel quotidiano.

Corpoceleste così definisce la canzone: «Quando osservo gli altri osservo spesso vite che si consumano alla ricerca di qualcosa che forse non è mai esistito. Come se tutti gridassero senza essere sentiti, come se tutti fossero sostanzialmente degli spettri senza voce. Ed è questo che ho cercato di riprodurre sia nel pezzo sia nel videoclip che lo accompagna, dove appunto la scelta di avere come co-protagonista un fantasma voleva rappresentare proprio questo.»

Oblio

BIOGRAFIA
Classe 2000, Corpoceleste sin da piccolissimo nutre la sua passione per la musica sia cantando che suonando il pianoforte.
Il suo primo brano inedito, Without Oxygen, gli garantisce un posto alla finale nazionale di Tour Music Fest nel 2017. Nel frattempo continua a scrivere musica e parole di un notevole numero di altri brani, presentandosi sulla scena musicale romana già all’età di 18 anni.

Nel 2021 esce il suo primo singolo, “Roma”, con il quale partecipa al concorso indetto da Rai Isoradio, Ministero della Cultura e SIAE, “Sulle strade della musica”. Il brano viene selezionato e il cantautore ha grazie a questo la possibilità di presentarlo a Sanremo, direttamente da CasaSIAE.

Credits
Testo e musica: Massimo Bartolucci
Arrangiamento: Corrado Lambona
Mix e master: Jacopo di Felice
Label: Accademia 2008
Cover art: Gaetano Agnello
Regia: Gaia Sidoni
Videomaker: Andrea Catini

LINK SOCIAL
Instagram
Facebook
Spotify





blog comments powered by Disqus