RIVOLUZIONE ARTISTICA il nuovo brano del cantautore DAVIDE PAGNINI


Questo album rappresenta il viaggio interiore che Pagnini ha affrontato per mettere in atto la propria rivoluzione. Ogni canzone mostra una tappa del percorso e approfondisce concetti, ideali, domande, dubbi e strutture solide da smontare e rimontare da zero.

Con questo album Pagnini si mette totalmente a nudo e scava nel profondo del suo animo artistico per provare a comprendere qualche solida verità. Durante il viaggio attraverso tutte le canzoni c’è un concetto che accomuna ogni passo: la libertà, osservata da diversi punti di vista, affrontata come una fragile sensazione che, in fin dei conti, è l’obiettivo ultimo del viaggio.

COMANDAMENTI ci trasporta in un mondo sognante che ci fa galleggiare tra malinconia e spensieratezza attraverso melodie accattivanti, ritmiche potenti e un testo intenso ed emozionale, capace di stimolare domande e riflessioni esistenziali.

ESSERI LIBERI. Con questo brano dal sound spensierato e ritmato, Pagnini ci regala una melodia accattivante e un’interpretazione intensa che ci trasportano nel suo mondo, fondendo chitarre acustiche a percussioni incalzanti e affrontando con poetica e sarcasmo il tema profondo e delicato della libertà.

LO SPAZIO INVISIBILE affronta il tema dell’amore con sonorità delicate e arpeggi di chitarra accompagnati da un tappeto di archi. Un testo emozionale e un’interpretazione ispirata sono i protagonisti di un brano che si domanda se la vera natura dell’amore sia la libertà.

LORELLA racconta la storia di una ragazza che s’impegna come volontaria in un orfanotrofio dell’Africa centrale. L’arrangiamento è arricchito da numerosi canti corali e una crescita incalzante che sfocia in un’esplosione di percussioni tribali e un testo vero e speranzoso.

UNO PIU’ UNO UGUALE INFINITO è un brano incentrato sul testo, ricco di metafore e immagini complesse, metriche e incastri, accompagnato da una ritmica incalzante che mischia la chitarra con una batteria potente per sfociare in un ritornello dalla melodia molto orecchiabile.

UN PASSO evoca le atmosfere epiche e potenti di un viaggio che comincia con la fatica di un primo passo e con il coraggio di spingersi avanti verso l’ignoto. L’arrangiamento cresce di intensità durante il percorso, così come la melodia incalzante e l’interpretazione del testo.

COME UN QUADRO DI MONET racconta di una storia d’amore vista con l’occhio di chi è attanagliato dai dubbi. L’arrangiamento è in contrapposizione rispetto all’argomento e presenta ritmiche movimentate, suoni e melodie orecchiabili e dall’aspetto pop, con un ritornello che entra in testa al primo ascolto.

DENTRO UN DEJA VU. Pagnini accompagna la sua voce calda e sofferta con un sound minimale e di profondo impatto emotivo: chitarra classica, archi e pianoforte, un compromesso musicale che unisce drammaticità a speranza per accompagnare un testo evocativo che affronta il tema della libertà sociale.

SANTIAGO SI AVVICINA è un brano nel quale Pagnini sperimenta una nuova sonorità, fondendo tratti di tradizione nordica con beat elettronici e canti corali, il tutto accompagnato da una chitarra 12 corde e da percussioni tribali. Anche la melodia e lo stile del cantato rievocano stili lontani dal classico cantautorato italiano.

RIVOLUZIONE ARTISTICA. Pagnini presenta un brano che è un inno al coraggio. Quel coraggio che serve ad ognuno di noi per mostrarsi così com’è, senza temere il giudizio degli altri. Un brano dalle sonorità emozionali, una voce morbida accompagnata da un pianoforte e un’orchestra, un testo profondo che mette a nudo tematiche delicate ed essenziali.

 

BIOGRAFIA
Davide Pagnini, nato a Pesaro nel 1988, si avvicina alla musica attraverso lo studio della chitarra classica e del pianoforte all’interno del Conservatorio Rossini.
A 14 anni inizia a comporre le sue prime canzoni e viene notato da Francesco Gazzè, fratello e autore di Max. Inizia una lunga e intensa collaborazione con lui che lo porta a sviluppare il suo talento compositivo sul genere pop d’autore italiano. La costante e fondamentale supervisione di Francesco durante tutti questi anni fa nascere una grande amicizia e intesa artistica che ancora oggi è un punto fermo per Davide.

Nel 2008 firma un contratto editoriale con Linea Due edizioni (editore anche di Max Gazzè) e gira l’Italia con il duo Ebanoh (eseguendo suoi brani) per concerti e concorsi. Con questa formazione conta 100 concerti e 4 concorsi vinti (Fanote, Geometrie Sonore, Fuori le Idee, Festival Giovani per la Musica).

Nel 2011 firma il primo contratto discografico con l’etichetta discografica PMS Studio, e viene seguito dal produttore e arrangiatore Raffaele Montanari, con il quale instaura un fondamentale rapporto di lavoro/amicizia.

Nel 2013, l’etichetta produrrà il suo primo album intitolato Schizzi, ben accolto dalla critica e dal pubblico. Il riscontro è positivo e tra concerti e promozione web si raggiungono le 1000 copie fisiche vendute e un tour di 60 concerti.

Nel 2014 firma il secondo contratto discografico sempre con PMS Studio, che darà vita al secondo album dal titolo Maschere, uscito a gennaio del 2016. L’album viene accolto molto bene dalla critica, dalle radio e dal pubblico, infatti nei soli primi 3 mesi di lancio si arriva a 2500 copie vendute e posizioni di rilievo nelle classifiche emergenti.
Vince la seconda edizione nazionale del Festival Giovani per la Musica, arriva in finale nel concorso nazionale La Battaglia degli Inediti, si classifica tra i primi 50 di Area Sanremo e tra i 15 finalisti del Tour Music Fest, vincendo il riconoscimento di “High quality artist”.
Il singolo “Alla Follia”, nella settimana di lancio, vince “Singolo della settimana” su Ciao Radio. Il singolo “Mare” vince il premio “Brano più trasmesso” da Radio Incontro.
Il singolo “Ballerino di Jazz” vince il premio come “Miglior testo” alla rassegna “Bologna, Una città per cantare” svoltasi nel prestigioso Teatro del Navile di Lucio Dalla.
Anche i videoclip che accompagnano i singoli vincono diversi premi come “Alla Follia”, che vince miglior video emergente della settimana su CiaoTV e si posiziona al 33esimo posto nella classifica videochart nazionale. “Rosso di Sera” vince miglior fotografia di un video emergente e “Mare” video più trasmesso della settimana da emittenti marchigiane.
Il Maschere Tour (oltre 70 date) ha toccato palchi importanti come in occasione dell’apertura del concerto dei Gem Boy a Verona o di Matthew Lee in due occasioni e degli Ex-Otago a Pesaro o in locali rinomati come il Bravo Caffè di Bologna, La Locanda Blues e il Boogie Club di Roma, o teatri come il Rossini di Pesaro (accompagnato dall’orchestra Rossini), il Teatro del Navile di Bologna, il Teatro Comunale di Cagli, il Teatro Sanzio di Urbino, la chiesa/teatro dell’Annunziata e il Teatro Arciliuto di Roma.

Alla fine del 2018 esce un nuovo singolo intitolato “Un Passo” che anticipa il nuovo album in uscita nel 2019. Questo singolo raggiunge i 10.000 streaming e il videoclip ufficiale supera le 24.000 visualizzazioni.

A Giugno del 2019 esce un nuovo singolo intitolato “Comandamenti” che supera i 10.000 streaming e le 23.000 visualizzazioni con il videoclip ufficiale su YouTube.

A Novembre del 2019 esce un nuovo singolo intitolato “Dentro un Deja Vu” che supera tutti i risultati dei precedenti e viene inserito in numerose playlist su Spotify. Anche il videoclip viene accolto dal pubblico e dalla critica in modo molto positivo.

Ad Aprile del 2020 esce un nuovo singolo intitolato “Lo spazio Invisibile” che in sole 3 settimane supera i 30.000 streaming e le 33.000 visualizzazioni con il videoclip su YouTube. Nell’estate del 2020 esce “Esseri Liberi”, singolo dal ritmo vivace e ben accolto dalle radio.

A Novembre del 2020 esce “Ti Vedrò Crescere”, un singolo scritto insieme ai due amici musicisti Francesco Mussoni (cantautore) e Davide Mascanzoni (batterista), accompagnato da un videoclip suggestivo girato sul lago di Braies.

A Marzo del 2021 esce il singolo “Rivoluzione Artistica” che segna per Pagnini una svolta sia a livello artistico che numerico. Il brano viene accolto dalla critica con numerose recensioni molto positive e il videoclip raggiunge le 52.000 visualizzazioni solo nella prima settimana.
A Ottobre dello stesso anno esce “Santiago si avvicina”, un singolo scritto durante l’avventura intrapresa lungo il Cammino di Santiago. Il videoclip del brano riporta le immagini girate dallo stesso Pagnini lungo il suo faticoso ed emozionante cammino; un video che ha riscontrato enormi consensi sul web e sulle radio televisioni del centro Italia. Dopo l’uscita di 7 singoli, a Gennaio del 2022, Pagnini pubblica il suo secondo album da solista intitolato Rivoluzione Artistica che contiene i precedenti singoli e altri inediti.

Il nuovo progetto è accompagnato da un live acustico dove Pagnini abbina l’uso della chitarra classica alla chitarra acustica a 12 corde, con l’ausilio di una loop station, effetti voce e tastiera, per creare un sound avvolgente che spazia tra l’ambient e il pop, con un impatto emozionale e travolgente.

Davide è attivo anche come autore, firmando insieme a Valentina Livi diversi brani tra i quali “L’assurda felicità”, il brano vincitore del Tour Music Fest 2017, due brani della cantante ravennate Eleonora Mazzotti, un brano con il giovane cantautore Marco Barbieri, un singolo per la cantante bolognese Chiara Bincoletto, il primo singolo della cantante pesarese Chiara Bigini e componendo insieme a Francesco Agostini la colonna sonora del documentario “Run(d) for freedom”, andato in onda su Rai 3 e in diversi Festival di cinema.





blog comments powered by Disqus