NOYZ NARCOS - l'album "VIRUS" è disco d'oro a una settimana dall'uscita


L'ALBUM N. 1° NELLA CLASSIFICA FIMI GFK DEI DISCHI E DEI VINILI CERTIFICATO DISCO D'ORO A UNA SOLA SETTIMANA DALL'USCITA

Dopo aver debuttato 1° posto della classifica FIMI Gfk ALBUM  e VINILI, “Virus” di NOYZ NARCOS ottiene la certificazione di Disco D'Oro a una settimana dall'uscita, con 20 milioni di stream.

Virus” è un disco meditato, per cui Noyz Narcos si è preso il tempo di fare scelte non scontate e a volte anche sofferte, ma senza rimpianti.
Con la produzione artistica di Night Skinny, il progetto riunisce una rosa di nomi d'eccezione. I soci di sempre, come i membri – passati e presenti – del TruceKlan, Gemello, Metal Cartere Gast, e gli amici Coez, Gué, Luché, Rasty Kilo e Click Head; le nuove punte di diamante della scena rap italiana, come Sfera Ebbasta, Franco126, Ketama126, Speranza, Capo Plaza, Geolier; pilastri del rap americano come Raekwon (Wu-Tang Clan), Cam'Ron (Dipset) e Thirstin Howl (Lo-Life Skillionaire).
A garantire sulla perfezione del sound, oltre al già citato Night Skinny, alcuni dei produttori più interessanti di ieri e di oggi, come Sine, Mace, Greg Willen e Drillionaire.
Una varietà che dimostra ancora una volta la trasversalità dell'influenza di Noyz Narcos, nonché la sua grande apertura di vedute.

Nozy Narcos

NOYZ NARCOS
(Roma, 1979) è universalmente considerato uno dei maggiori esponenti di sempre della scena hip hop/hardcore italiana, a cui si è avvicinato nei primi anni ’90, prima come writer e poi come rapper.
Con una carriera musicale ormai ventennale alle spalle, che lo ha visto dapprima distinguersi come membro dei collettivi TruceBoys e TruceKlan e poi come solista, è stato capace di raggiungere il successo rinnovando continuamente la propria proposta musicale, senza mai snaturarne l’estetica o l’immaginario di riferimento, apportando al genere un linguaggio, delle tematiche e delle sonorità fino ad allora sconosciute in Italia.
Fin dalla pubblicazione del suo primo album solista Non dormire (2005), ha inciso dischi che sono ormai considerati dei classici del genere, tra scenari di vita quotidiana delle periferie (prima romane e poi milanesi) e un immaginario fitto di riferimenti cinematografici. Il suo precedente lavoro in studio, Enemy (2018), certificato disco di platino, si è classificato primo tra i vinili italiani più venduti di quell'anno (terzo in assoluto dopo The Dark Side Of the Moon dei Pink Floyd e Nevermind dei Nirvana).





blog comments powered by Disqus