Disponibile su tutti i digital stores l'album di debutto dei Veramadre


Dal 20 dicembre su tutte le piattaforme digitali Veramadre, debut-album della band di Priverno, preceduto dall’uscita del singolo La faccia di tanti anni fa, accompagnato dal videoclip ufficiale girato in occasione dell’ opening al concerto degli Afterhours, durante il RockInRoma2017

Veramadre è distribuito dall’etichetta discografica La Stanza Nascosta Records e promosso da Verbatim Ufficio Stampa di Claudia Erba.

Il mastering del singolo e dell’album è stato curato dal musicista e produttore discografico Salvatore Papotto, presso gli studi di post-produzione de La Stanza Nascosta Records.

[[ADS]]

Con La faccia di tanti anni fa i Veramadre ci consegnano un pop-rock sull’ immenso edificio del ricordo, dischiuso da lampi mnemonici istintivi ed extraconsci, sorretto da una ritmica incalzante e dominato dalla vocalità smisurata di Daniele Monti.

La faccia di tanti anni fa- raccontano i Veramadre- è il nostro biglietto da visita. Secondo noi è un mix di potenza ed emozione, ci sono la forza imponente delle chitarre puramente rock, la giusta quantità di elettronica e la delicatezza della chitarra acustica.

Madre è stata una delle prime canzoni a nascere- spiega Daniele Monti, il front-man del gruppo-e abbiamo voluto che fosse il nostro primo singolo. Volevamo scrivere un pezzo che smuovesse un po’ le coscienze sul tema dell’ambiente; è insieme una denuncia degli stupri ambientali ed una autentica lettera di scuse alla terra.

Solo mia è una storia di disagio e di autodistruzione, racconta la ricerca malata di una bellezza che si crede- a torto- di non possedere.

Renè è un brano molto sentito: parla di fratture, di distanze che talvolta si pongono come unica soluzione, lasciandoci arrabbiati e tristi, mentre Gli ultimi eroi vuole celebrare gli invisibili del quotidiano e le loro battaglie personali, gli sforzi infiniti per conquistare “un accenno di stabilità”.

Solo se è una canzone sulla mancanza, sull’assenza di senso; su quel vuoto esistenziale che tutti, talvolta, sperimentiamo.

Scrivere Nuvole è stato terapeutico: un esercizio di auto-conforto e di conforto in un momento di angoscia generalizzata. Solo le nuvole dividono una figlia dal padre che non c’è più.

L’ultima risposta è un inno alla rinascita delle nuove generazioni, un incitamento a rialzare la testa e a liberarsi del senso di inutilità, acquisendo la consapevolezza delle nostre potenzialità.

L’album non delude le aspettative ingenerate dal singolo: i Veramadre coniugano lampi rock, sonorità brit-pop- caratteristico il cantato in falsetto-, aperture melodiche e spunti elettronici in un lavoro di ottima fattura, dalle tante anime e dalle tematiche eterogenee. 

I componenti della band, provenienti da culture ed esperienze musicali differenti, sono riusciti a costruire- in uno sforzo di cesellamento e affinamento dei rispettivi background- un sound forte e riconoscibile.

La ritmica catchy e la cura testuale pongono il gruppo in una ideale linea di continuità con il cantautorato italiano; la timbrica vocale di Monti e la tessitura melodica rimandano invece all’alternative rock britannico e alle sue-contemporanee- declinazioni italiane.

Informazioni e aggiornamenti in tempo reale sulla pagina Facebook officiale del gruppo (https://www.facebook.com/bandveramadre/) e sul sito ufficiale de La Stanza Nascosta Records ( http://www.lastanzanascostarecords.com/).





blog comments powered by Disqus
x
Iscriviti subito