Noste, Nuova Recensione da Onion Magazine


<b>Noste</b>, al secolo <b>Stefano Gamba</b>, nasce a Brescia il 13 ottobre 1977. Non è di certo un novellino: è stato il cantante dei <b>Daloosma </b>dal 1998 al 2010 con i quali ha pubblicato nel 2009 l’album <b>Le Stanze di Benz </b>contenente 10 brani di sua composizione. Nel Dicembre 2010 inizia la strada da solista, uscendo prima con <b>Xmas Song </b>e per poi approdare a <b>Sabbia</b>, l’album uscito nel Novembre dello scorso anno. Ha ricevuto diversi premi per il suo lavoro, prettamente cantautoriale; tutti meritatissimi, se la qualità della sua precedente produzione – sulla quale, colpevolmente, non sono preparato – è quella di Sabbia.<br><br>La voce di Noste si snoda calma ma potente tra arpeggi di chitarra e piano, sonorità che vengono direttamente dalla migliore tradizione cantautoriale sia degli anni zero che più classica. <b>Afterhours</b>, ma anche <b>Battisti </b>e <b>Gaber</b>, con una punta di <b>Lennon</b>: queste le influenze dichiarate, riconoscibilissime nello stile e nel gusto, intense e piacevoli come un buon caffè. <br><br>Slegata dalle major, spesso la produzione artistica musicale può esprimersi al meglio e senza timori di alcun genere; si avverte questo senso di libertà, dietro la voce del cantautore bresciano, questa piacevolezza del fare musica che certe volte manca quando si ascolta qualcosa di più commercializzato o “venduto” alle case di produzione. Rarità trovare chi in questa libertà sa muoversi e riesce davvero a dire qualcosa. E di sicuro Nosce ci riesce benissimo.<br><br>A cura di Pietro Raineri<br><a href='http://onionmagazine.it/noste-sabbia/' rel='nofollow' >http://onionmagazine.it/noste-sabbia/</a><br><br><br><br>




blog comments powered by Disqus
x
Iscriviti subito