Tricarico, Cecco e Cipo


Parte da Milano il prossimo 30 ottobre un nuovo concerto condiviso, che vedrà sullo stesso palco Tricarico, Cecco e Cipo. Quello che accadrà avrà a che fare con la canzone, col bello e con l’assurdo. Due mini-concerti distinti ed un momento speciale in cui entrambi, il duo toscano ed il cantautore milanese insieme uniranno le forze per un finale, che si farà ricordare.

Francesco Tricarico oggi è più che mai "invulnerabile" e inarrestabile: il 16 giugno è uscito il nuovo singolo dal titolo La mela (https://youtu.be/jzvL2iQEDhY), brano scritto insieme a Gennaro Romano che fotografa l'Italia di oggi, con le sue contraddizioni e le sue difficoltà, il tutto condito con un pizzico di ironia e di molta fiducia. Dal 4 luglio porta in scena un nuovo spettacolo teatrale dal titolo “Solo per pistola” dove lo troviamo in una veste totalmente inedita. Nel frattempo il cantautore milanese continua con grande successo e numerosi sold out a girare la penisola con il tour "Invulnerabile" che prende il nome dall'omonimo album uscito nel 2013.Un album più consapevole e propositivo, lo stesso singolo Invulnerabile è un augurio che Francesco fa a se stesso in primis e poi a tutte le persone: non cedere alla vulnerabilità indotta da questo periodo e prendere coscienza delle proprie potenzialità per riuscire a risorgere. Questo disco è il prodotto di una ricerca di suoni classici e genuini e la scelta di un'etichetta indipendente è la conseguenza della convinzione dell'artista che la discografia è profondamente cambiata e si sta tornando verso una dimensione più comunicativa della musica: le esibizioni live.Ad affiancarlo in questo lungo tour la bravura e la complicità dei due musicisti d'eccezione Michele Fazio al piano e  alla chitarra Marco Guarnerio, anche produttore degli ultimi album. L'Invulnerabile Francesco sul palco è spontaneo, auto-ironico, sincero, surreale, rinnovato nel canto e nello stile; propone, sperimenta, rielabora vecchi e nuovi successi come “Io sono Francesco”, primo posto nel 2000 nella classifica italiana dei dischi più venduti e Disco di Platino, Vita Tranquilla” (Sanremo 2008 – Premio della critica Mia Martini), “La Situazione non è buona” (scritta nel 2007 per Adriano Celentano),  “Musica” e “Solo per te”  (colonna sonora e canzone per i titoli di coda del film Ti amo in tutte le lingue del mondo di Leonardo Pieraccioni), “Pomodoro” e ancora   “L'America”, “Le conseguenze dell'ingenuità”, “Riattaccare i bottoni” e tanti altri offrendo  eventi live sempre nuovi e originali, provocatori, mai urlati e vissuti con la delicatezza e il garbo che da sempre lo contraddistinguono.

Dopo aver conquistato club, piazze e festival d’Italia Cecco e Cipo festeggiano con un videoclip i successi di un anno trascorso per le strade d’Italia, per i quasi 90 concerti svolti in meno di un anno ed annunciano un nuovo album la cui uscita è prevista per il 2016. Cantautorato bucolico, invenzioni estemporanee ed autoironia per sfatare ogni pregiudizio sul loro fortunato esordio televisivo. Qui c'è la stoffa del campione. Km di coriandoli, stelle filanti e palloncini colorati hanno scandito le oltre quaranta date del tour invernale, oltre 90 in totale, quello con più appuntamenti in assoluto nel 2015 in Italia, organizzato in collaborazione con Musiche Metropolitane, il booking di Luca Zannotti, fra novembre 2014 e settembre 2015, si sono esibiti nei maggiori club della penisola da Pordenone a Palermo. Cecco e Cipo rappresentano quando una grande amicizia possa generare dei frutti inaspettati, sono stati bimbi insieme condividendo tante esperienze importanti, in primis la passione per il calcio, uno era portiere (Cecco) e l’altro attaccante (Cipo), poi quella per la musica, i primi concerti insieme e poi l’idea di scrivere delle canzoni insieme e avviare un progetto strutturato e l’avvio della collaborazione col produttore Matteo Guasti di Labella Studio. Son riusciti in tutto questo percorso a mantenere una continuità con quello che sono, scongiurando pose o atteggiamenti modaioli, anzi mantenendo una passione per la loro origine e trascorso bucolico, i campi gli animali, le merende sono tratti fermi della loro mondo musicale. Di questo percorso condiviso hanno mantenuto una freschezza ed autenticità nella scrittura, non ultima un’attitudine alla composizione a tratti molto legata al mondo dell’infanzia, un’inclinazione al non sense che rende davvero unico il loro linguaggio. Tra i riferimenti si spazia da Rino Gaetano a Francesco Tricarico, Bugo, Brunori, Edoardo Bennato, ma il risultato è personale e difficilmente posizionabile, con un piede nel nuovo cantautorato e con l’altro in un linguaggio più trasversale.  A X-Factor si son messi tutti a ridere quando hanno presentato una canzone d'amore seria, un po’ perché l’hanno suonata a modo loro, un po’ perché risultano effettivamente lontani dai clichè del pop.
Anche se la cosa veramente strana è che sono quasi cento date in meno di un anno, e che a vederli è andata veramente un sacco di gente!




blog comments powered by Disqus
x
Iscriviti subito