Trauma Forward: esce "Scars", il primo full lenght


I Trauma Forward, duo di compositori toscani (J. Bucciantini e D. Lucioli); pubblicano il loro primo full lenght "Scars".

Una raccolta di dodici canzoni, quasi sempre strumentali, che spaziano sia per genere che per contenuti.

Si inizia con lo stile gotico ed inquietante di Into the labyrinth per arrivare alle note dolcemente malinconiche di Red shadow; poi una suonata a sei mani di pianoforte con Sundown living puppet. La quarta traccia è Cloud in a bottle: fusione di synth-piano e piano con accenti quasi pop, si prosegue con Sometimes I feel un connubio di synth dal significato contrastante. Waiting's four seasons, dal gusto vivaldiano, è una canzone incentrata sul modo di vivere l'attesa; Scars, la title track, dalle note marcatamente metal è un viaggio onirico che si conclude con un intrigante assolo di piano. Poi, con Sense of consciousness, si toccano melodie spagnoleggianti e proseguendo con Foggy hills si arriva ad un pezzo di musica quasi totalmente elettronica. Behind the line è una cavalcata di piano che sfocia in una sinfonia prog, A rusty piece of mind: riff semi-sintetizzati ed uno stacchetto 8-bit per una chiave di lettura cerca di rivelare i "tarli" della mente. La raccolta si conclude con Woman with parasol in cui si intrecciano melodie orientali e scale occidentali per un risultato alquanto singolare.

Vorremmo che ci deste un parere, un commento, un consiglio sul lavoro svolto.
Qui un link per ascoltarlo su soundcloud

in foto la copia fisica dell'album




blog comments powered by Disqus
x
Iscriviti subito