Intervista ai "Doppia Frequenza"


Nome del gruppo: Doppia Frequenza
Città: Treviso
Genere musicale: World, Folk

1. Iniziamo presentando la formazione. Chi sono i componenti del gruppo?
Il duo è composto da Davide Riccoboni alla chitarra elettrica e Francesco Mazzoleni alla marimba.

2. Quando è nato il vostro gruppo?
I due musicisti si conoscono tra i banchi di scuola, collaborano in gruppo rock che dopo pochi live si scoglie, dopo vari anni senza confrontarsi i due si ritrovano tutti due con interesse verso generi diversi da prima, jazz, folk, musica sperimentale. Decidono cosi di collaborare in un duo che è sempre alla ricerca di nuove sonorità,  con l’obiettivo di intrecciare questi strumenti distanti tra loro per storia e tradizioni.

3. Il nome del gruppo.  Come lo avete scelto?  Ha un significato particolare?
Doppia Frequenza
Il Nome del duo nasce dall’unione delle iniziali dei due musicisti ( D e F) si forma cosi Doppia Frequenza.
Indica l’idea del gruppo di intrecciare frequenze sonore diverse tra loro, elettrico e acustico, chitarra e percussioni.

4. Parlateci del vostro repertorio:  Fate canzoni vostre o siete una cover-band? Se fate canzoni vostre, come nascono le vostre canzoni e cosa vi spinge a scriverle?
Il repertorio è composto quasi esclusivamente da canzoni inedite.
Scrivere una canzone è la cosa più bella che un musicista possa fare, generalmente prendiamo uno stato d’animo e cerchiamo di descriverlo musicalmente. Quando lo stimolo fatica ad arrivare l’alcool è un buon amico.

5. Che spazi utilizzate per le prove?
Camera del percussionista

6. Quale strumentazione utilizzate?
Chitarra elettrica, marimba, darbuka, bastone della pioggia, tamburo basco, armonica a bocca e didgeridoo.

7. Parliamo dei vostri concerti: Avete fatto molti live? Ci sono luoghi in cui suonate regolarmente?
Parecchi live in tutto il veneto.
No, capita di tornare nello stesso posto ma generalmente cambiamo sempre

8. Preferite suonare all'aperto o al chiuso?
Al chiuso, all’aperto solo se c’è l’ambiente adatto alla nostra musica.

9. Qual'è la performance che ricordate con maggior piacere/soddisfazione?
Tutti, ogni live lascia un bel ricordo, ognuno per una cosa diversa

10. Avete già inciso degli album? Se si, li avete registrati da indipendenti o con qualche etichetta?
Si, è appena uscito il nostro primo album “Bamboo”.
Con un’etichetta, Holly Music.

11. Come vedete il panorama della musica emergente nella vostra città?  E' semplice trovare delle date? C'è un adeguato ritorno economico?
Il futuro della musica emergente nella nostra città è molto buio, nessuno investe sulla musica inedita, tutti fanno cover e i locali vogliono solo dj.
Trovare date non è facile. Se si considera l’impegno e la professionalità che ci mettiamo il compenso è scarso.

12. Vi siete posti degli obiettivi da raggiungere?
Vivere di musica.

13. C'è qualcos'altro che volete aggiungere su di voi?
Non importa chi sei, chi imiti, a chi ti ispiri, l’importante è che tu esprima te stesso. Questa è la frase che potrebbe sintetizzare le nostre idee.





blog comments powered by Disqus
x
Iscriviti subito