DevInterface SRL - Web Agency Verona
DevInterface SRL - Web Agency Verona


Quarto appuntamento – Jazz&Wine of peace Trio

Zola Jazz&Wine 2014
19 giugno 2014 - Azienda Vallania Terre Rosse

Dopo la vittoria alla prima edizione del PREMIO TURISMO SOSTENIBILE 2014, nella sezione Turismo enogastronomico, (ideato da “IT.A.CÁ – Migranti e viaggiatori”  in collaborazione con Bologna Welcome e Provincia di Bologna), ComunicaMente si impegna a promuovere il nostro territorio anche a livello nazionale e dedica il prossimo concerto di Zola Jazz&Wine ai gemellaggi con gli altri festival Jazz&Wine italiani, conferma del crescente interesse per la rassegna anche fuori dalla nostra regione.

Ecco quindi che il 19 giugno all’Azienda Vallania Terre Rosse (Via Predosa 83 – Zola Predosa), sempre alle 21.30, si esibisce la band mascotte del Jazz&Wine of peace Festival di Cormòns (GO), l’omonimo Jazz&Wine of peace Trio, accompagnato da un ospite bolognese di riguardo, Diego Frabetti con la sua tromba.

Jazz&Wine of peace Trio è composto da Filippo Rinaldo (piano), Riccardo Di Vinci (double bass) e Andrea Davì (batteria), giovani talenti under 30 che hanno già fatto importanti esperienze su diversi palchi in gran parte d'Italia, partecipando inoltre a numerosi concorsi nazionali ed internazionali.
Tutti e tre provengono dal collettivo jazz patavino "CRANK" fondato dall'alto-sassofonista Enrico Di Stefano e dal batterista Andrea Davì.  La formazione propone una serie di standard della tradizione riarrangiati e brani originali, con uno sguardo rivolto alla storia del jazz ed un altro alla sonorità più moderne, unito da un interplay consolidato da diversi anni di collaborazione.

Con il festival di Cormòns è attivo un vero e proprio scambio che vede, dopo l’ospitalità bolognese del Jazz&Wine of Peace Trio, il direttore artistico di Zola Jazz&Wine, Carlo Maver, ospite nella prossima edizione della rassegna di Cormòns (23-26/10/2014) il 24 ottobre.
Il progetto di gemellaggio Jazz&Wine d'Italia, avviato due anni fa con il festival di Cormòns e il Jazz&Wine in Montalcino (luglio 2104), due tra i migliori festival della penisola, si è arricchito quest’anno di una nuova
collaborazione con il progetto Vino & Jazz Marche (lugio-agosto 2014). Nato con l’intento di abbinare concerti di prestigio, degustazioni e momenti conviviali nelle aziende vinicole, è incentrato sulla socializzazione e sulla valorizzazione delle tante eccellenze del territorio regionale.
Per rafforzare la collaborazione un accordo fra le rassegne gemelle prevede che presentandosi al Jazz&Wine of Peace Festival e ai concerti del circuito Vino e Jazz Marche con il biglietto di Zola Jazz&Wine si avrà diritto ad un ingresso ridotto.

Promossa dal Comune di Zola Predosa, con il patrocinio della Provincia di Bologna e della Regione Emilia-Romagna, la nuova edizione, dal titolo LESS IS MORE, vanta come direttore artistico Carlo Maver.
Less is more  è un vero e proprio inno al vivere semplice e naturale. Un ritorno alle origini della buona musica e del buon vino che si manifesta con la scelta di formazioni composte da pochi elementi, programmi musicali essenziali, scelte di vini di grande qualità e un ricco programma di iniziative a tema come la biciclettata per raggiungere la cantina o la camminata e, grande novità di questa edizione, un concerto domenicale direttamente in vigna, seduti sul prato, con aperitivo-picnic.

Come sempre nel prezzo del biglietto è compresa la degustazione di alcuni vini prodotti dalla cantina ospite.

Web:
www.zolajazzwine.it
www.facebook.com/zolajazzwine

Prevendite:
Ufficio IAT di Zola Predosa: Villa E. Garagnani, via Masini 11, Zola Predosa; tel. 051 752472; orari di apertura: lun. 14.30 – 18.30, mart.-ven. 9.00 – 13.00/14.30-18.30, sab.9.00-13.00; email info@iatcollibolognesi.it

Info concerti:
Ufficio IAT di Zola Predosa: Villa E. Garagnani, via Masini 11, Zola Predosa; tel. 051 752472; orari di apertura: lun. 14.30 – 18.30, mart.-ven. 9.00 – 13.00/14.30-18.30, sab.9.00-13.00; email info@iatcollibolognesi.it
ComunicaMente: Parco della Montagnola, Via Irnerio 2/3, Bologna; tel. 051.6449699; orari di apertura: lun. e gio. 15-18; sab. 10-12/15-18;  email zolajazzwine@comunicamente.it

Biglietti:
Ingresso serate in cantina: intero €13,00; ridotto €11,00 (portatori di handicap e accompagnatore; possessori tessera Fai, Touring Club); ridotto €10,00 (studenti tra 7 e 18 anni, studenti universitari muniti di tessera); bambini sotto i 6 anni gratis.

La rassegna continua:

Giovedì 26/06: Azienda Lodi Corazza
Via Risorgimento 223, Loc. Ponte Ronca - Zola Predosa (BO)
Carlo Atti pianoless trio
Carlo Atti – sax
Marco Palmieri - contrabbasso
Lorenzo Bonucci - batteria

Domenica 29/06: Azienda Lodi Corazza
Via Risorgimento 223, Loc. Ponte Ronca – Zola Predosa (BO)
Banda Rei
Gabriele Gnudi – basso tuba
Roberto Righini – tromba e flicorno
Daniel Cau – sassofono Contralto e Soprano
Riccardo Capelli – batteria
Concerto in vigna a offerta libera

Giovedì 03/07: Azienda Gaggioli
Via Raibolini il Francia 55 – Zola Predosa (BO)
Dan Kinzelman’s Ghost
Dan Kinzelman
Manuele Morbidini
Mirco Rubegni
Rossano Emili
Strumenti vari
A precedere, camminata organizzata – Jazz&Wine a piedi, in collaborazione con il Punto Gusto della Strada dei Vini e dei Sapori a Villa Garagnani e l’ufficio IAT dei Colli bolognesi (Partenza da Villa Edvige Garagnani, Zola Predosa e arrivo all’Azienda Gaggioli con light dinner alla partenza compreso).
(Biglietto comprensivo di camminata, light dinner e ingresso al concerto 25 €, prenotazione obbligatoria 051.6449699 - zolajazzwine@comunicamente.it)

Giovedì 10/7: Grande festa di chiusura al Centro Culturale S. Pertini
Via Raibolini il Francia, 44 – Zola Predosa (BO)
Valerio Pontrandolfo Trio
Valerio Pontrandolfo – sax Tenore
Stefano Senni – contrabbasso
Marco Frattini – batteria
Ingresso gratuito

Zola Jazz&Wine è realizzato in collaborazione con: ComunicaMente e Associazione Deades, Proloco di Zola Predosa, Associazione La Ronca, Centro Culturale Sandro Pertini.

Ufficio stampa: Chiara Pilati | ComunicaMente | T. 051 6449699 | Mob. 333 4031247 | stampa@comunicamente.it  





blog comments powered by Disqus