DevInterface SRL - Web Agency Verona
DevInterface SRL - Web Agency Verona
Intervista agli "ASTENIA"

1. Iniziamo presentando la formazione.
Chi sono i componenti del gruppo?
Gli Astenia sono composti da Gianluca Gabrieli, chitarra e voce, Edoardo Siliquini al basso e synth, Fabio Blando alla chitarra e Riccardo Acanfora alla batteria.

 - Quando è nato il vostro gruppo?
Negli ultimi mesi del 2005, io (Gianluca) ed Edoardo suonavamo in un altro progetto ed insieme abbiamo deciso di intraprendere questa nuova avventura.

2. Il nome del gruppo.
- Come lo avete scelto?
E' stato Edoardo a propormelo dopo averlo sentito durante una lezione di filosofia al liceo, ci piaceva il nome ed il suono della parola. Abbiamo deciso di fare nostro il termine medico Astenìa cambiandone un accento e facendolo diventare quindi Astènia.

- Ha un significato particolare?
Diciamo che un significato particolare lo ha acquisito nel corso degli anni in quanto la nostra musica rappresenta tutto il contrario del termine medico dal quale deriva il nostro nome.

3. Parlateci del vostro repertorio:
Fate canzoni vostre?
Assolutamente si.

- Come nascono le vostre canzoni e cosa vi spinge a scriverle?
Nascono dalle nostre esperienze di vita, da una relazione o da una giornata non troppo brillante magari. La musica per noi è una valvola di sfogo e rappresenta un modo personale di tirar fuori quello che abbiamo dentro. Tutto questo avviene in maniera piuttosto naturale, non decidiamo mai su cosa scrivere. Succede e basta.

4. Che spazi utilizzate per le prove?
Il nostro quartier generale è lo studio Cosecomuni di Monterotondo, è lì che proviamo e lavoriamo insieme alla produzione dei nuovi brani.

5. Quale strumentazione utilizzate?
Fender, Gibson, Vox... insomma, ci piace andare sul sicuro! Teniamo molto al suono della band e naturalmente gli strumenti sono una componente fondamentale per il risultato finale.

6. Parliamo dei vostri concerti:
- Avete fatto molti live?
Si, ad oggi sono parecchi... ma non sono mai abbastanza! Abbiamo avuto la fortuna anche di partecipare ad alcuni festival all'estero e devo dire che l'esperienza è stata divertente.
- Ci sono luoghi in cui suonate regolarmente?
No, non direi.
- Preferite suonare all'aperto o al chiuso?
E' indifferente, l'importante è suonare e trasmettere al pubblico tutto quello che abbiamo da dire.
- Qual'è la performance che ricordate con maggior piacere/soddisfazione?
Credo che il concerto dello scorso 5 Novembre al “Circolo Degli Artisti” di Roma insieme ai Milk White ed ai Velvet abbia, per vari motivi, qualcosa in più rispetto a tutti gli altri live.

7. Avete inciso un ep?
Si, è uscito lo scorso 27 Aprile. Il titolo del disco è “Fa Che Sia Tutto Diverso”, e potete trovarlo a meno di tre euro su iTunes, bandcamp e nei principali store online .
Lo avete registrato da indipendenti o con qualche etichetta?
Lo abbiamo registrato per l'etichetta Cosecomuni di Roma. E' un lavoro in coproduzione con i Velvet, con i quali continueremo a collaborare anche in futuro.

8. Come vedete il panorama della musica emergente nella vostra città?
Piuttosto scollato, i posti dove poter suonare sono sempre meno e la qualità non sempre viene premiata.
-  E' semplice trovare delle date?
No, affatto. Diciamo che oggi essere i PR di se stessi è fondamentale per poter trovare delle date, se sei fuori dal giro difficilmente ti troverai a suonare su determinati palchi. E' una storia che c'è sempre stata questa, ma più passano gli anni e più questa cosa diventa evidente. Speriamo che la situazione cambi presto.
-  C'è un adeguato ritorno economico?
No, ma non importa. Sapere che le nostre canzoni sono arrivate a toccare certe corde di alcune persone è un fatto che ti ripaga di qualsiasi fatica o spesa.

9. Vi siete posti degli obiettivi da raggiungere?
Riuscire ad arrivare al maggior numero di persone possibile. Ci piace ragionare per step, il prossimo gradino da salire è quello relativo ad un disco di 10/12 brani. Ci stiamo lavorando.

10. C'è qualcos'altro che volete aggiungere su di voi?
Ascoltate “Fa Che Sia Tutto Diverso” e poi passateci a trovare sulle nostre pagine ufficiali (www.astenia.it, www.facebook.com/asteniaworld) vogliamo sapere cosa ne pensate! Vi aspettiamo!





blog comments powered by Disqus