DevInterface SRL - Web Agency Verona
DevInterface SRL - Web Agency Verona


Presentazione de "I Maddalen's Brothers"

I Maddalen's Brothers

Piero Bencivenni: cantante, corno in la
Marco Bovina: tastiera, ocarina
Andrea Garagnani: batteria, maracas con ghiaia e flauto dolce
Stefano Gardosi: chitarra elettrica
Simone Rusticelli: basso e chitarra acustica


In una fredda giornata del febbraio 2007 quattro amici della bassa con la passione per la musica decidono di provare a suonare insieme, così, giusto per divertimento.
Sono Andrea Garagnani e Marco Bovina, batterista e tastierista che in passato già si erano cimentati con gli esilaranti 'Tabana' e 'Need for Speed';... Stefano Gardosi, ex-chitarrista militante nei mitici Vespillones, e Piero Bencivenni, avviato alla carriera del canto solista (Dongiovanni il nome d'arte) e del musical (Forza Venite Gente)

Decidono di partire con dei classici pezzi rock, tipo Sweet Home Alabama di Lynyrd Skynyrd e Back in Black degli AC/DC, ma i quattro ragazzi, dopo solo la prima prova, capiscono che:

1) Gli manca un bassista
2) Quella non era la loro strada

Di gruppi che fanno cover ce ne erano già tanti altri e molto più bravi di quello che potevano essere quei baldi giovani.
Provando così un estemporaneo blues & rock'n'roll i ragazzi rimangono folgorati: è ' l'ora che pia '! Il celeberrimo brano processionale per la festa della Madonna del Poggio!

Essendo tutti quanti credenti e 'parrocchiani', decidono di intraprendere un'ardua ma, allo stesso tempo, glorificante strada: l'armonizzazione e l'arraggiamento dei brani liturgici di Chiesa in versione rock!
O meglio, grunge, metal, pop, dance, raggae, samba, valzer...e chi più ne ha più ne metta.
Ovviamente l'intento non è dissacrante, i testi rimangono praticamente gli stessi e anche (quasi) le melodie.

I ragazzi decidono così, dopo alcune prove, di accalappiare al loro inusitato progetto un altro individuo, Simone Rusticelli.
Il ragazzo, sebbene di matrice chitarristica, si adatta a suonare il vecchio basso del Garrino, e si trasforma così nel bassista tanto agognato!
Il gruppo è così completo e pronto a suonare nel garage di Garra, soprannominato poi 'La Taberna degli Apocrifi'

Il nome del gruppo, 'I Maddalen's Brothers', (abbreviato Maddalens) ha preso forma da vari spunti:

  • l'analogia ai 'The Blues Brothers', perchè anche noi siamo virtualmente fratelli, ma abbiamo la I perchè siamo italiani.
  • di Maddalena, perchè fu la prima a vedere il Risorto e ne portò il messaggio a tutti gli altri, come anche noi, nel nostro (molto) piccolo, tentiamo di fare con questo genere di musica
  • di Maddalena perchè rappresenta comunque un personaggio 'scomodo', fuori dalle regole, una pubblica peccatrice ( su di lei sono nate anche leggende, vedi il Codice da Vinci...), così come noi potremmo risultare agli occhi di alcuni, essere malvisti e mal interpretati, addirittura scomunicati (!!) per il tipo di musica che suoniamo... (da notare il nome del luogo dove ci ritroviamo :-) )


Ma noi andiamo avanti, ricordiamo che sono pezzi sì riarrangiati ma
'creduti', sicuramente anche in chiave spiritosa, ma siamo convinti che
anche da lassù si faranno qualche sana risata...



I Maddalen's Brothers





blog comments powered by Disqus